Download PDF by Bill Bryson: Breve storia di (quasi) tutto

By Bill Bryson

ISBN-10: 882350970X

ISBN-13: 9788823509702

"Mentre ero in volo sul Pacifico e guardavo pigramente dal finestrino l'oceano illuminato dalla luna, mi si currentò alla mente, con una forza piuttosto inquietante, l. a. consapevolezza di non sapere nulla dell'unico pianeta sul quale mi sarebbe mai capitato di vivere." Quanto è grande, infatti, il nostro pianeta? Come è fatto? Quali leggi ne governano il moto, los angeles natura e i fenomeni? consistent with colmare questa lacuna, invoice Bryson make a decision di partire according to un viaggio molto diverso da quelli che ci ha raccontato nei suoi libri: un viaggio nel mondo del sapere scientifico, in step with narrarci l. a. storia dell'universo e farci comprendere, senza inutili difficoltà, l. a. teoria della relatività e le sue conseguenze, i segreti del massive Bang, le leggi dell'evoluzionismo, los angeles comparsa dell'uomo sulla terra, los angeles doppia elica del DNA e molto altro. Con una scrittura sempre ironica, e senza mai rinunciare al gusto dell'aneddoto e della battuta, Bryson ci fa incontrare le personalità che hanno fatto e stanno facendo los angeles storia della scienza, lasciandoci alla positive los angeles sensazione di conoscere meglio il mondo in cui viviamo, ma anche quella, piacevolissima, di avere letto un "romanzo" ricco di sorprese e curiosità.

Show description

Read or Download Breve storia di (quasi) tutto PDF

Best italian_1 books

Read e-book online L'essenza del cristianesimo PDF

Milano, Feltrinelli, 1971, octavo brossura, cop. illustrata, pp. 293

Additional info for Breve storia di (quasi) tutto

Sample text

Viene spontaneo – ma non è corretto – raffigurarsi la singolarità come una specie di punto fecondo che fluttua nel buio di uno spazio vuoto e illimitato. Invece, non esiste spazio, e non esiste il buio. Attorno a sé, la singolarità non ha dintorni. Non c’è uno spazio che possa occupare, non ha un posto dove stare. Non siamo neanche in grado di chiederle da quanto tempo se ne sta lì; se si sia affacciata all’esistenza come un’idea che si affaccia nella mente, o se è sempre esistita nella silenziosa attesa del momento giusto.

Gli chiese Bethe. ’Certo che lo sa’ disse Szilard. ’» HANS CHRISTIAN VON BAEYER, Taming the Atom Introduzione Benvenuti. E congratulazioni. Sono molto contento che ce l’abbiate fatta. Arrivare fin qui non è stato facile, lo so. Anzi, sospetto che sia stata più dura di quanto voi stessi pensiate. Tanto per cominciare, per consentire a me e a voi di essere qui in questo momento, trilioni di atomi, che vagavano ognuno per conto proprio, hanno avuto la gentilezza di assemblarsi in una combinazione molto complicata, e questo appositamente per creare noi.

Purtroppo, Lowell morì all’improvviso nel 1916, almeno in parte sfinito dalla lunga ricerca. Ricerca che, mentre gli eredi di Lowell si contendevano le sue proprietà, restò in sospeso. A ogni modo, nel 1929, i responsabili del Lowell Observatory decisero di riprenderla, forse per distogliere l’attenzione dalla saga dei canali di Marte (diventata ormai per loro fonte di serio imbarazzo). A questo scopo, assunsero un giovane del Kansas di nome Clyde Tombaugh. 32 Fu una scoperta miracolosa, ma a renderla ancora più sensazionale fu che le osservazioni in base alle quali Lowell aveva predetto l’esistenza di un pianeta oltre l’orbita di Nettuno si dimostrarono in larga misura sbagliate.

Download PDF sample

Breve storia di (quasi) tutto by Bill Bryson


by Brian
4.3

Rated 4.06 of 5 – based on 22 votes